lunedì 2 maggio 2016

Photoshop non ti conosco, obbrobrio non ti temo, Paint ti amo 2/8 maggio


Daje, su su veloci che come un paio de lunedì fa me devo da sbrigà che c'ho il collo incriccato e mi piacerebbe arrivare in palestra prima che Marcello impugni un pesetto di 3 kg, pronto a darmelo sui denti non appena mi vede varcare la soglia. 
Ieri ho lavorato tutto il giorno, sto traducendo un file excel di soltanto – ironia – novemila caselle e copiare e incollare la traduzione (a volte alcune caselle hanno lo stesso testo) mi sta facendo sviluppare le dita palmate e una terza spalla. C'ho il braccio destro completamente fuori uso. Ma la colpa è mia, che ho sottovalutato la cosa e, all'inizio, ci sono andata troppo leggera: - "Dai, oggi faccio giusto una decina di caselle...", così che è giunto il giorno della consegna e io ancora devo finire. 
Ieri e l'altro ieri ho fatto una tale overdose che alla fine c'avevo praticamente gli occhiali da sole per stare davanti al pc. Non vi dico quanto è faticoso oggi. 
Tra oggi e domani ho una quantità di cose da fare così assurda che io boh, credo che mercoledì in aereo sverrò. Ah, perché voi non lo sapete ma mercoledì parto e come tutte le volte che parto... Non dormirò. Pure che parto alle 5 di pomeriggio. Niente, il mio organismo immagazzina l'ansia del prepartenza e, con la paura di non svegliarmi in tempo, non dormo proprio. Quindi se accumulo stanchezza neanche riesco a salirci sull'aereo, mi addormento sull'autobus che accompagna i passeggeri in pista.
Basta però, sbrigamose che davvero devo lavorare come un nano in miniera oggi (e sicuramente anche stasera) e non c'ho tempo da perdere. Passiamo all'italica editoria!

Raga, io qua con la gommista non c'ho più capito niente. Ma quanti volumi c'ha sta serie del tatuaggio senza tatuaggi? A gennaio era uscito il volume trecentomila, sicuramente, perché io la faccia de sta tizia, probabilmente alcolista, che guarda la neve e se ne bea (nono, ma fattela 'n'altra biretta ché tanto me pari 'n forma) me la ricordo da sempre.
È una certezza della Newton questa tizia, non ce la posso più fare a vederla. Tra l'altro 'sto cappellino ridicolo, mamma mia, a randellate sui denti mi viene da prenderla. 
E poi basta, santo cielo, basta! Come devo spiegarvi che i progetti grafici delle copertine non si fanno con una foto e una scritta in Times New Roman appiccicata sopra? Così ce fate le copertine de Di più tv, non di un libro (o più libri in questo caso). E poi finitela coi titoli tutti uguali, non che me ne freghi una fava di leggere la storia dell'alcolista, figlia del gommista, che vive in un camper in Canada e si fa fare i tatuaggi ma se, ipoteticamente, volessi iniziare la serie e mi trovassi in libreria... Senza un cacchio di numero, come si fa a capire chi viene prima e chi dopo?! Basta, me so' stufata pure de parlarne male della serie degli Oltre: Oltre i segreti, Oltre l'amore, Oltre noi l'infinito, Oltre le occhiaie il baratro, Oltre la curva un mini market. Basta, va bene? La trama (originale!!) di Oltre il destino è questa qui (secondo la scheda): lui vuole solo andare a letto con più donne possibili nell'arco di 365 giorni senza innamorarsi. Dopo l'ultima donna che ha avuto ha detto basta ai sentimenti. Ma poi un giorno gommista girl viene assunta nell'ufficio di lui e "rischia di portare con sé tutti i fantasmi del passato di Rowdy". Lei infatti non è una lei qualunque, ma la bambina con cui lui giocava quando era piccolo e poi me so' distratta ché tra fantasmi e bambini pensare a Shining è stato un attimo. Speriamo almeno muoia qualcuno.

Lo devo fà pur'io da oggi in poi. Ginocchia flesse, braccia stese, un bel vestito col muschio sulla pancia indosso e via, sicuro mi sento più giapponese che mangiando sushi. Certo, dopo un po' le cosce cominciano a tremare, ma gli effluvi del muschio sono sicura che offrono resistenza fisica meglio della cocaina. 
L'importante, vedete, è lo sguardo fisso sui polsi: ti aiuta a rimanere in equilibrio.
Ma, leggendo la scheda, apprendo purtroppo che la tizia affacciata su uno sfondo paesaggistico che manco la Contea di Biblio Baggins, ma bidimensionale, non è giapponese. E manco aspira a esserlo in questa posa. Io, boh, dopo tutta 'sta fatica e le ginocchia da calciatore che le so' venute nel frattempo, come minimo almeno, ma dico, almeno shintoista ce diventavo. 
Comunque, dicevamo, lei non è giapponese (e manco ce vole diventà, poi non ditemi che tutta 'sta manfrina non è inutile), ma è inglese e raggiunge il marito nella piantagione di tè nell'isola di Ceylon. Il marito, però, non è l'uomo di cui s'è innamorata ma un altro (l'avranno rapito? C'è stato uno scambio di persona? 'Sti schiavi che lavorano nei campi, non te poi distrarre n'attimo che te fregano l'identità e pure la moglie shintoista). Così lei, in preda ai deliri e ai dolori alle cosce, decide di spalmarsi un po' di unguento al tè sulla pancia, ché gli effluvi le hanno detto che fanno bene. 
Poi tipo non si sa come resta incinta (vuoi vedè che niente niente l'unguento al tè c'ha pure poteri sulla fecondazione?) e al momento del parto deve prendere una decisione che più decisione di questa non ce n'è. Guardate, ve lo dico, una decisione che proprio cioè mamma mia, fino a oggi ho solo deciso il colore delle mutande, questa invece è una signora decisione ma c'avrò il coraggio di prenderla questa decisione? E niente, poi chissà se la prende 'sta decisione.

Questo libro neanche volevo segnarlo perché, cioè, ma che vuoi dire in proposito? Non c'è niente che io possa dire per migliorare (o peggiorare) la situazione di questa copertina. 
Sembra un libro sull'eterna lotta di potere che vige, dai secoli dei secoli, tra Branko e Fox. 
E poi il titolo, finto effetto metallico, che fa a pugni coi disegni del segno zodiacale dell'ariete e la spada (??). 
Ma che cagata, lasciatemelo dire! Dovrebbe essere il primo volume di una saga mezza fantasy ma a me, seriamente, pare l'inserto dell'Oroscopo che trovi nei giornali di merda: "tutto il 2016 di Otelma! Scopri di che segno zodiacale è Selvaggia Lucarelli! L'ascendente di Magalli! Cena con Paolo Fox o pizza e birra con Branko? Fai il test!"
Vabbè, comunque, Seeker. La scheda dice che è il nuovo fantasy che cioè Hunger Games levate, Divergent famme spazio, una roba che cioè se la stamo a contende che non sapevamo fino all'ultimo che copertina di merda darle per non farla vendere proprio.
La storia è quella di Quinn che s'è allenata tutta la vita per diventare cacciatrice di arieti (ao', ognuno caccia quello che je pare, magari poi ce fa il sugo come in Abruzzo col montone) ma dopo il giuramento scopre che essere seeker non è quello che immaginava. Forse gli arieti devi cacciarli ma non puoi mangiarli col sugo e le fettuccine. Sapete quanto è difficile cacciare un ariete?! E poi manco due arrosticini per premio? Che mestiere del cacchio, scusate eh. Te pare che rischio l'incornamento e poi non posso farci la salsiccia con l'agnello?! Io proprio boh, me pare uno spreco.
Detto ciò, un sentito ringraziamento a chi ha scritto la scheda di questo libro a occhi chiusi, mettendo una pioggia di puntini di sospensione e dimenticando le maiuscole un po' ovunque. Se volete scusarmi, vado a candidarmi all'ufficio Sperling, tanto i testi peggio de come ce li hanno adesso non posso scriverli.


Per oggi è tutto, vi auguro una festa a base di arrosticini e una maschera al tè sui capelli (che me c'hanno detto che gli effluvi fanno bene). Più shintoismo per tutti, gente! Al prossimo lunedì.

9 commenti:

  1. Ahahahahah mi sembrava di averla già vista da qualche parte, la figlia del gommista!!! Era familiare quasi quanto la mia vicina di casa. La posizione della tipa col vestito giallo mi ha ipnotizzato, continuo a guardarla per trovarci un senso, ma non ce lo trovo.
    Per quanto riguarda Seeker... io sono dell'ariete, dici che devo guardarmi le spalle?! :-)
    Buon viaggio e cerca di non addormentarti prima di salire sull'aereo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che devi guardarti alle spalle, vuoi vedè che ti trovi una seeker che cerca di fare un arrosticino di Nadia? Poi so' cazzi eh :P

      Elimina
  2. Buon lavoro e buon viaggio, cerca di non strapazzarti troppo!
    Sai, a furia di leggere di oroscopi sul tuo blog, degli uomini che incontro e che mi sembrano interessanti cerco di indovinare il segno zodiacale. Qualche volta imbrocco pure...
    Comunque secondo me a Newton Compton fanno apposta a usare sempre la stessa modella in copertina. Così anche le lettrici (i lettori) più storditi capiscono che è sempre la stessa storia, solo l'ennesima puntata, come in una telenovela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara ^^ Mi divertirò sicuramente.
      Per quanto riguarda l'oroscopo fai bene a controllare, metti che incappi in un pazzo Capricorno? :D

      Elimina
  3. Niente, pure oggi lacrime agli occhi dalle risate non so se è meglio risolvere in mistero di come è rimasta incinta la shintoista... O capire che deve fare l'altra con gli arieti che caccia. Che poi, cecata come sono a me, gli arieti in copertina, sembravano angioletto con l'hula-op... Continuerò a ridere anche questa settimana grazie a te, mia cara! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli angeli poi me li fai vedere, perché io ti giuro che non li vedo xD

      Elimina
    2. Ma noooo sono evidentissimi XDD

      Elimina
  4. Io sarò anche grullo, ma da quando in qua da che esiste la specie umana si cacciano gli arieti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che si caccino gli arieti, infatti ero ironica. Non so neanche che cosa voglia dire essere seeker, nella scheda non è riportato :)

      Elimina