sabato 16 giugno 2012

Un meme senza nome

Oggi, con un po' di ritado, mi trovo a rispondere al meme passatomi da quella simpatica ragazza de La Leggivendola. Eh sì, sì, lo so che parlo sempre di lei, che la nomino sempre, che sto sempre sul suo blog a commentare... Ma che ci posso fare? Mi piace quella ragazza, la trovo cazzuta.
Ma, bando alle ciance, mi tocca prima rivelarvi 11 segrete, ma che dico, segretissime verità su di me, poi rispondere a ben 11 domande uscite fuori dalla mente contorta di quella ragazza di cui sopra, pensarne altre 11 e proporle a 11 blog. Una cosa semplice, insomma.
Cominciamo che altrimenti passeranno oltre centordici anni prima che finisca di scrivere questo post.

  1. Mi piacciono la fantascienza, il surreale, il post apocalittico, il fantasy, l'urban fantasy. Mi piace
    leggerli quando ho bisogno di evadere perché mi piace, seppur per un attimo, vivere in un mondo alternativo. Un mondo che, anche se peggiore di quello in cui sto vivendo, non ha alcun legame con esso e mi permette di staccarmene, anche solo mentalmente.
  2. Adoro, anzi ADORO le illustrazioni di Benjamin Lacombe. Sono di una bellezza devastante. E Benjamin Lacombe è anche un bell'uomo. No? xD
  3. Vado matta per le patatine all'aceto e non mi spiego come mai in Italia sia impossibile trovarle. Perché? Perché? È un'ingiustizia. 
  4. Non capisco l'arte moderna e quindi non la apprezzo. O, forse, sarebbe meglio dire: "Non apprezzo l'arte moderna e, quindi, non la capisco". Sì, ecco, così è più corretto. E, tra le altre cose, ho sviluppato una sorta di odio represso per tutto ciò che pretende di essere radical chic, di moda, "sul pezzo". Una sedia su un marciapiede con sopra una mela a cui è stato dato un morso, secondo me, non fa arte.
  5. Sono allergica al romance. Questo non è un segreto segretissimo così segreto che nessuno lo sa. Anzi, lo sanno praticamente tutti. Il romance mi infastidisce e anche parecchio, lo trovo banale.
  6. Sono timida e dire "timida" è forse un po' riduttivo. Sono tremendamente timida e per questo, all'inizio, posso sembrare una di quelle che sta sulle sue. Invece no, sto solo lottando con il colorito della mia faccia e con la paralisi della mia lingua!
  7. Presente Once upon a time?! Ecco, non solo trovo che Snow sia un personaggio magnifico, che si vesta in modo eccelso, che abbia un taglio di capelli bellissimo... Ogni volta (giuro, non avrei motivo di mentire) che, durante la prima serie, la vedevo insieme a Prince Charming mi commuovevo sempre. Ogni volta, in ogni puntata, sempre. Questo può stare a significare due cose: o che sono completamente scema (e non scartiamola a priori questa possibilità), oppure sono un po' troppo sensibile. 
  8. Ho una sorta di predilezione per gli uomini fidanzati. Non che ci provi con loro, assolutamente! Ma va sempre a finire che quando mi piace qualcuno o è fidanzato o fa parte della categoria degli uomini col mestruo. Per ricevere maggiori informazioni sugli uomini col mestruo potete consultare la pagina dedicata su Facebook o il profilo su Twitter. 
  9. Sono facilmente irritabile. Lo so, è vero, è brutto da dire. Ma è così. 
  10. Mi piace camminare. Cammino sempre, soprattutto quando sono triste o arrabbiata. Se succede qualcosa che mi fa incazzare mi vesto ed esco, dopo 4 o 5 chilometri a "passo militare" mi sento meglio, come se non mi fossi mai arrabbiata. 
  11. Quella che sto per fare è una rivelazione che fa molto ossessivo-compulsivo. Non è un caso che occupi l'ultima posizione, magari vi siete già stancati di leggere inutili informazioni su di me e questa passerà inosservata. Ormai non riesco quasi più a leggere in casa, ho bisogno di uscire, essere su un autobus, un tram, una panchina. Fa molto Jack Nicholson in "Qualcosa è cambiato", me ne rendo conto.
Veniamo adesso alle domande che La Leggivendola mi ha posto:
  1. Qual è stato il personaggio di un libro più importante di tutta la tua vita? Risposta scontata: Jane Eyre. Lo so, sono noiosa. 
  2.  Devi scegliere un solo cibo di cui nutrirti per tutta la vita. Quale? Questa domanda è difficile, ma pensandoci un po'.... Direi verdura! Solo di carne non si può vivere, solo di verdura e derivati sì, i vegeterariani e i vegani ne sono la prova.
  3. Crea una tua Divinità! Il Librovoro (esatto, proprio quello di Moers) ha tutte le caratteristiche per diventare una divinità di tutto rispetto. Ancor meglio de Il Prodigioso Spaghetto Volante. 
  4. L'opera d'arte che preferisci? Una sola?! E di che tipo? Se dico Roma, vale?
  5. Apri a caso il libro che stai leggendo in questo periodo e leggi la prima frase della pagina. Lo strategic planner si è scelto una stanza defilata. È piena di scaffali e sembra più piccola di com'è. (La parola immaginata. Teoria, tecnica e pratica del lavoro di copywriter di Annamaria Testa).
  6. Una canzone che ti rappresenta. Pure questa è una domanda difficile... Una canzone che mi rappresenta... Diciamo Paradise dei Coldplay.
  7. Raccontami una storia. Che sia breve e autoconclusiva. Via! Da piccola le piaceva osservare, con occhio critico, tutto ciò che la natura poteva offrirle: foglie, fiori, funghi, insetti. Ogni cosa, ogni oggetto derivante dalla natura era curato in ogni sua piccola parte. Le sembrava, complice forse l'ingenuità, che le foglie respirassero come gli esseri umani. Credeva che attraverso quelle piccole linee scorresse del sangue, proprio come quello degli uomini, ma verde. Verde di vita. Pensava che i funghi nascessero nei luoghi umidi e ombreggiati perché, proprio come lei, odiassero il caldo. Gli insetti, poi, non erano che parte di un ciclo più grande, di un esercito creato dalla natura per poter difendere il bene più prezioso: i fiori. Così belli e delicati, così unici e prestigiosi. Furono queste le parole che scrisse sulle poche righe dedicate alla domanda numero dieci, quella che le chiedeva come mai avesse deciso di iscriversi alla Facoltà di Biologia di Harvard e perché mai Harvard avesse dovuto sceglierla tra tutti gli altri candidati.
  8. Hai una copertura finanziaria illimitata per fare qualcosa che possa divertire metà del mondo e irritarne l'altra. Che fai? La userei comunque, anche solo per regalare il sorriso ad almeno metà del mondo. Ma sceglierei di rendere felici le persone che, purtroppo, fino ad ora non lo sono mai state.
  9. A cosa penseresti, se ti dicessi di girare a pagina 394? Che quel libro non possiede la pagina 394 e che Harry è una delle mie saghe preferite! ^_^
  10. Scegli un personaggio famoso qualsiasi con cui prendere un caffè. Vivo o morto, ma reale. Senza ombra di dubbio Boris Vian. E vorrei che suonasse anche un pezzo per me. 
  11. Una parola che ti diverte? Una parola che mi diverte... Sciocco. O anche burla. Sono parole buffe, che ormai non usa quasi più nessuno. Sciocco, però, mi piace molto. Anche più di burla. 
E qui di seguito ecco le 11 domande alle quali gli 11 blog che sceglierò (ma lo sapete tutti che non saranno mai 11, vero?) dovranno rispondere:

  1. C'è una cosa sulla quale proprio non transigi? Qual è?
  2. Pensi di avere una qualche sorta di ossessione che ti imbarazza un po'? (Per capire ciò a cui mi riferisco, guardare una delle mie note più su. Non vi dico quale che altrimenti è troppo semplice)
  3. Libri nuovi o usati? E perché?
  4. Se potessi tornare indietro nel tempo, quale epoca ti piacerebbe visitare?
  5. Che libro mi consiglieresti? Un libro che ti abbia colpito molto e che ti piacerebbe che tutti leggessero.
  6. Vulvia, Alberto Angela o Veronika? Se non sai di cosa sto parlando... Abbiamo un problema.
  7. Se ti chiedessero di inventare così, di punto in bianco, un nuovo reality show che cosa proporresti? Dove lo ambienteresti? 
  8. Rubo la domanda de La Leggivendola perché mi è piaciuta assai: Raccontami una storia. Che sia breve e autoconclusiva.
  9. Se potessi scegliere quale personaggio di un libro rendere reale, quale sceglieresti?
  10. In che libro ti piacerebbe poterti tuffare?
  11. Nella famosa isola deserta in cui tutti ti mandano, chi con un libro, chi con un solo oggetto, chi con un animale, chi con una sola bottiglia di rum (no, ok, forse questa del rum me la sono inventata io)... Dicevo, in questa isola che pensavi fosse deserta ci trovi qualcuno. Chi è? Oppure, chi sono? 
Ok e adesso i nomi dei blog fortunati:
Lo so, non sono 11, sono 8. Vanno bene lo stesso, no?  :D

10 commenti:

  1. Grazie cara!!! Le patatine all'aceto... quanto mi piacciono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vogliamo scrivere una lettera alla San Carlo spiegando l'importanza sociale delle patatine all'aceto? ^^

      Elimina
  2. Aaaw ç__ç
    ... non riesco a commentare altro, giuro. Solo 'Aaaw'.

    Allora!
    1) Jane Eyre è meravigliosa e apprezzo la risposta. Non che ci sia bisogno del mio apprezzamento, ma vabè xD Tra l'altro, era mica qui che avevo trovato la recensione di 'Il caso Jane Eyre'? Perché l'ho comprato ieri e non vedo l'ora di leggerlo *w*
    2) Yeah ù_ù/ ... mi hai ricordato che devo fare le analisi del sangue >_>
    3) Ma mi citi il mio libro preferito di Moers *O* E il Great Flying Spaghetti Monster!
    4) ... arguta.
    6) Uhm.
    7) ... l'hai scritta tipo di getto? O ti ci sei accuratamente arrovellata? No, perché... cioè... muh ò_ò mi si scuotono i tendini d'ammirazione in ogni caso.
    9) Always ù_ù/
    11) Ammetto che 'Burla' mi ha strappato una risatina xD

    E! Ti dirò che apprezzo chi non apprezza l'arte moderna o contemporanea ma non per questo la schifa in toto. A me certe opere piacciono, quindi mi infastidisce quando si fa di tutta l'erba un fascio, di quando si svilisce l'opera di un artista solo perché non lo si capisce o non si conosce il contesto in cui è cresciuto e come ha influenzato la sua produzione... d'altronde è anche vero che c'è chi se ne approfitta e chiama 'arte' qualsiasi schifezza gli giri di comporre >_> Dopo che ho visto tre cubi sovrapposti con l'etichetta 'Elogio al quadrato'...
    Oh! Ultimamente mi è tornata voglia di fantasy ma non so cosa leggere ò_ò mi daresti qualche consigliuccio? Considerando che non apprezzo molto il fantasy classico alla Moorcock.
    ... ti dirò, credo che tu sia tra le blogger che più mi piacerebbe incontrare, prima o poi ò_ò
    (e comunque le tue domande battono le mie di possanza xD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andiamo con ordine:
      -Ebbene sì, sono io quella de Il caso Jane Eyre. ^^ Oh, quel signor Fforde, quanto lo amo! Devo assolutamente leggermi gli altri, devo solo creare le giornate di 36 ore e poi posso immergermi nella lettura! xD
      -L'arte moderna a cui mi riferisco è proprio quella dei tre cubi sovrapposti! C'è arte moderna e arte moderna e quella con un ago incorniciato e con scritto sotto "punto di vista" non è il mio genere. :P
      -Sì, quel raccontino l'ho scritto di getto, andando in ordine con le domande. Non ci ho pensato molto, in effetti. Sono molto grata ai tuoi tendini ^^
      -Un fantasy dici. Ci penso, poi passo da te.
      -Dai, un caffè possiamo anche prenderlo, no? :)

      Elimina
  3. 1. Ddaaah, appena finisco quello che sto leggendo adesso mi ci getto >_</
    2. Eh, è come se si fossero dimenticati che l'arte sta nel messaggio e non nella totale randomaggine ò_ò voglio dire, Lucio Fontana ha un suo perché se studi la sua storia, ma non è che il primo pirla che cascando con le forbici in mano e finisce per rovinare una tela può definirsi 'artista' è_é mah.
    3. Oooh °__° Che io mi stia trovando innanzi al 'talento'?
    4. Attendo *O*
    5. Guarda, ti prenoto per un caffè alla prima occasione librosa cui partecipiamo entrambe ù_ù Sei prenotata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, talento virgolettato mette un po' d'ansia. xD Però non dirmi così che poi rischio di crederci.

      Elimina